CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

30167928 10213209855533818 5850575554209235459 oConsapevolezza, responsabilità, impegno, solidarietà ed amore, sono queste le parole che ieri hanno echeggiato all'interno dell'aula dell'Istituto comprensivo di Bovalino (RC) diretto dalla Dottoressa Rosalba Zurzolo e dove si è svolto, prima del taglio del nastro, un convegno sul delicato tema. Subito dopo il convegno si è svolta la cerimonia di inaugurazione del "Punto luce Autismo" con la partecipazione delle Autorità intervenute.

L'istituzione di questo importante presidio scolastico fortemente voluto dal Presidente dell'Associazione ADDA, Vito Crea e dalla Dottoressa Zurzolo e che tratta il tema dell'autismo è il primo assoluto in Calabria, e forse unico in tutto il meridione. Promuovere la consapevolezza, l'inclusione, l'impegno e la solidarietà sono i primi passi importanti che servono per unire sempre più la società civile e renderla più forte perchè una società forte è anche lo strumento ideale per combattere l'illegalità, le mafie ed il malaffare. La realizzazione del "Punto Luce Autismo" è stato possibile grazie all'impegno sinergico tra Istituzioni (il Comune ha dato il patrocinio), Scuola ed Associazionismo che in tempi brevi hanno reso possibile questo "sogno in blu" (che è il colore simbolo dell'autismo).

Alle 11 ha avuto inizio il convegno cui hanno preso parte: il Sindaco del Comune di Bovalino, Avv. Vincenzo Maesano, l'Assessore alle Politiche Sociali, Dottor Filippo Musitano (che ha svolto anche le funzioni di moderatore), la Dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo, Dottoressa Rosalba Zurzolo, Vito Crea, Presidente dell'Associazione ADDA (e padre di Francesca, divenuta nel frattempo simbolo di una lotta incessante per la conquista e la salvaguardia dei diritti per i ragazzi diversamente abili, diritti che non dovrebbero essere un'eccezione ma solo...la normalità), l'ex Deputata Rosanna Scopelliti, Presidente della Fondazione intitolata al Padre Antonino (vittima di mafia) e che ha dato il patrocinio per l'istituzione del punto Luce, il Dottor Marco Campione, Presidente Fondazione Autismo Italiano (FAI), la Psicologa Fortunata Calabrò della Fondazione Marino di Melito Porto Salvo e partner dell'evento, il Dottor Pasquale Mesiti, Direttore dell'ASP di Reggio Calabria e la Professoressa Pasqualina Maria Zaccaria, dirigente Ambito Territoriale Scolastico di Reggio Calabria e provincia.

Tutti gli interventi sono stati accomunati da un unico file rouge..."la consapevolezza", che è assolutamente necessaria ed indispensabile per promuovere e vincere, tutti insieme, l'isolamento e l'indifferenza che spesso vivono questi ragazzi e le loro famiglie. Nel corso dei vari interventi è stato evidenziato il fatto che tanti passi in avanti sono stati fatti ma tanti ce ne sono ancora da compiere; la legge n.107 sulla disabilità ed il D.Lgs. n. 66/17 rappresentano sicuramente un baluardo a difesa dei più deboli e proprio per questo devono rappresentare un punto fermo sia nell'inclusione scolastica dei ragazzi che nel supporto morale e materiale per le famiglie.

Tornando alla inaugurazione c'è da registrare anche la presenza dei ragazzi del Bovalino calcio a 5 Smile, ragazzi affetti dalla sindrome di down, accompagnati dal Presidente Vincenzo Scordino e dagli animatori che hanno piacevolmente movimentato la mattinata. Assente, invece, per impegni istituzionali il Dottor Antonio Marziale, Garante per l'infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria che ha fatto pervenire un messaggio di saluto che è stato letto in sala dal Sindaco del Comune di Bovalino, Avv. Vincenzo Maesano.

Visibilmente soddisfatto ed emozionato Vito Crea, Presidente ADDA, che ha ringraziato tutti i presenti ed ha posto l'accento sul fatto che il "Punto luce Autismo" nasce e parte proprio da questo luogo, che nel frattempo è diventato un simbolo perchè è proprio in questo istituto, che alcuni anni fa, la sua Francesca è stata colpevolmente discriminata, mentre oggi, grazie all'impegno delle istituzioni e della Dirigente scolastica Rosalba Zurzolo sono stati superati tutti gli ostacoli, le barriere  e le incomprensioni preesistenti. L'augurio è che dopo Bovalino anche altre realtà calabresi seguano l'esempio, perchè è solo attraverso una fitta rete nutrita da informazioni e interscambi sociali che si può vincere o, comunque, tenere a bada questa difficile battaglia. Altro elemento importante -ha detto Crea- è il fatto che i nostri ragazzi un domani diventeranno adulti, e su questo fronte, purtroppo, la strada è ancora irta e piena di ostacoli; per questo motivo sto spingendo temerariamente la classe politica affinchè legiferi tenendo un occhio rivolto sempre al futuro, perchè i problemi dei ragazzi diventeranno grandi insieme a loro.

Prima di concludere la bellissima giornata un ringraziamento particolare è stato riservato al Brico Center di Bovalino che ha voluto mettere a disposizione del "Punto luce Autismo" tutti gli arredi del locale dimostrando, ancora una volta, enorme senso di altruismo e sensibilità.

29983645 10213209871054206 8781504134960810301 o.30708777 10213209850613695 7530847027952739307 n