CalabriaInforma

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

michele affidato orafo rÈ tutto pronto per le finali nazionali di Area Sanremo, il concorso dedicato alle giovani promesse della musica nazionale. I vincitori saranno, infatti, i protagonisti del prossimo Festival della Canzone Italiana. E per l’edizione 2018 si rinnova l’impegno anche per il maestro orafo Michele Affidato, chiamato a realizzare i premi per i giovani talenti che si sfideranno tra oggi e sabato.

Sono ben 225 i finalisti in gara, 204 solisti, 13 band e 8 duo. Solo 24 tra questi accederanno alla selezione finale. La tre giorni si terrà presso il Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, gli artisti con i loro brani inediti saranno esaminati dalla giuria presieduta da Antonio Vandoni, direttore artistico e musicale di Radio Italia, e composta dal maestro Enzo Campagnoli, direttore d’orchestra, Sergio Cerruti, presidente dell’AFI, Monia Russo, cantante, Gianni Testa, produttore e vocal coach, Michele Torpedine, produttore, e Maurilio Giordana, dj radiofonico nel ruolo di supplente.

Affidato, che da diversi anni è l’orafo ufficiale di Area Sanremo, per quest’anno ha realizzato il premio che consiste in una base di cristallo nella quale è stata inserita una lamina con inciso il logo del concorso. Da diversi anni Michele Affidato non solo è l’orafo ufficiale di Area Sanremo, ma firma anche i premi speciali per il Festival della Canzone Italiana. Nel 2010 ha realizzato i premi assegnati a Nilla Pizzi e Antonella Clerici, nel 2011 quello che ha premiato la canzone più votata della storia della musica italiana, nella serata evento “Nata per Unire”, in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, assegnata ad Al Bano Carrisi con “Va’ Pensiero” del Nabucco di Verdi, nel 2012 il premio realizzato per la serata evento “Viva l’Italia nel Mondo”, per la migliore interpretazione a Patti Smith e Marlene Kuntz con “Impressioni di Settembre” della Pfm.

Ancora nel 2013, il premio realizzato per “Casa Sanremo”, assegnato al vincitore del Festival di Sanremo Marco Mengoni, nel 2014 alla vincitrice del Festival Arisa. Nel 2016 il premio cover per la serata speciale del festival vinto dagli Stadio con l’interpretazione de “La Sera dei Miracoli” di Lucio Dalla, nel 2017 il premio cover vinto da Ermal Meta con l’interpretazione di “Amara Terra Mia” di Domenico Modugno, nel 2018 ha realizzato il Premio della Critica “Mia Martini”, assegnato dalla sala stampa al cantautore Ron con il brano “Almeno Pensami”, scritto nel 2012 da Lucio Dalla, e a Mirkoeilcane con il brano “Stiamo tutti bene”.

E ancora il Premio “Numeri Uno Città di Sanremo” rappresentato dalla “Palma d’Argento” assegnato nel 2014 a Pippo Baudo, nel 2015 ad Al Bano Carrisi, nel 2016 a Tony Renis, nel 2017 a Rita Pavone e infine nel 2018 a Toto Cutugno, i premi ”Dietro le Quinte”, che vengono assegnati ai personaggi che hanno dato lustro al festival nel mondo ed i Premi Afi “Associazione Fonografici Italiani” con la quale nel corso degli anni sono stati premiati diversi artisti che fanno parte della storia del festival.