CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


La confederazione internazionale  dei cavalieri  crociati ha consegnato  presso l’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro doni ai bambini del reparto di oncoematologia e del  reparto di pediatria e di chirurgia pediatrica. 

 

La cerimonia di consegna è stata organizzata dal priorato di Catanzaro della ccc . Una giornata all’insegna dell’allegria per dare un sorriso e un segno di pace a tutti coloro che soffrono. La giornata è iniziata con la consegna dei doni, in occasione anche del  carnevale, ai bambini e ai ragazzi del reparto di oncoematologia dell’ospedale Ciaccio, accolti dalla dottoressa Consarino, primario del reparto  e dal direttore sanitario ,la  dottoressa Greco. Un reparto che accoglie pazienti da ogni parte dalla Calabria.  A Catanzaro per la prima volta i cavalieri guardiani di pace   hanno portato un raggio di sole in un lunedì gelido di febbraio.  Ad accogliere i cavalieri è stata la voglia di vivere dei tanti bambini che increduli e con gli occhioni scartavano i peluche, assistiti dai genitori e da un equipe di infermieri  medici ed animatori che animano il reparto.  Un televisore 26 pollici  è stato donato dalla CCC in quanto necessitava nel reparto. Sicuramente i cavalieri si proporranno di ritornare per rivisitare  e poter portare ancora una volta un sorriso a questi bambini . La cerimonia di consegna è proseguita poi nel reparto di pediatria, accolti dal primario dott  Raiola, e  nel reparto di chirurgia pediatrica accolti dal primario dott Salerno. Un disegno all’entrata del reparto spiega le tante sofferenze: Non piangere, qui nessuno ti farà male. Un orsacchiotto con le lacrime spiega tutto.  Sono stati consegnati in tutto 49 doni.lasciamo l'ospedale con l'augurio e con la certezza dell'impegno dimostrato dai sanitari verso chi soffre e soprattutto verso questi bambini. Presente come sempre il Gran Priore della Calabria Ubaldo Sgambellone che ha preso a cuore la vicenda e che ha messo da parte ogni impegno per essere presente a Catanzaro. Presenti anche  la dama guardiano di pace Adalgisa Marullo che ha fatto da tramite , il cavaliere Pietro De Luca, ilcavaliere Giovanni Pietramale e il cavaliere Ernesto Celi. A Rappresentanza della provincia di Reggio Calabria il cavaliere guardiano di pace Ferdinando Piccolo. Impossibilitati a partecipare il priore di Catanzaro, il cav Aldo Costa e il priore di Reggio Calabria, il cav Sebastiano Nirta. Adesso la missione dei cavalieri è solo una. Salvare il reparto di oncoematologia. Con tutte le nostre forze lotteremo per regalare a tutti una speranza. Per far attecchire finalmente  quella ginestra leopardiana in un terreno dove non  è possibile. Una ginestra sinonimo di speranza e di fiducia.