CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Di seguito la nota di Massimo Nucera, Presidente di Assobalneari Calabria: 

Gli associati di Assobalneari si danno appuntamento per il prossimo 16 Aprile, ore 10,30,  dinanzi al Palazzo del Consiglio Regionale di Reggio Calabria in occasione della seduta che riguarderà da vicino il nostro settore per capire meglio le intenzioni dell’istituzione regionale in materia di turismo balneare e demanio marittimo.

Tuttavia mi corre l’obbligo di rammentare una cosa: noi, imprenditori balneari, non siamo quelli che occupano le spiagge abusivamente come qualcuno cerca di far credere; noi siamo coloro che assumono personale per dare delle risposte esaurienti agli ormai pochi turisti che scelgono le coste della Calabria per trascorrere le vacanze; siamo coloro che contribuiscono a far segnare, nei mesi estivi, un inversione di tendenza negli indici Istat della disoccupazione. Noi siamo coloro che hanno partecipato ad un bando pubblico fatto dalla Regione Calabria nel lontano 2010 e, una volta stilata la graduatoria definitiva, scoprono che non ci sono i soldi per dare seguito alla liquidazione. E’ bene ricordare che alcuni dei nostri colleghi hanno già investito tanti soldi di quel progetto ed ora sono curiosi di sapere cosa ne pensa il Governatore; anche per questo saremo al Consiglio Regionale con la speranza di parlare con lui personalmente.Noi siamo quelli che si vedono sequestrare le proprie strutture per un metro quadro di occupazione abusiva, quando è notorio che in Calabria, sul demanio marittimo, ci sono dei mostri in cemento armato.Noi siamo quelli che cercano di mettere in sicurezza le strutture di cui sono in possesso a spese proprie con dei massi o pietra naturale e poi si sentono dire che “queste cose non si possono fare” , quando invece se andiamo a Capo d’Armi possiamo facilmente constatare che le Ferrovie dello Stato, per conservare i binari dove passa la preistorica littorina a carbone,  hanno posizionato oltre 30mila blocchi di cemento; blocchi che, come si sa, non aiutano certo l’ambiente.
Noi siamo quelli che da mesi chiedono invano un incontro al Governatore Scopelliti.


Invito anche le altre sigle sindacali ad essere presenti al Consiglio Regionale perché è in gioco il nostro futuro.  A tal riguardo basta rammentare che il 20 marzo u.s.,  presso la regione Calabria, al tavolo consultivo previsto dall’art. 5 , il responsabile arch. Putortì ha dichiarato che tutte le concessioni demaniali devono diventare stagionali, il che contrasta con il bando al quale abbiamo partecipato, che dava un punteggio alle aziende che si impegnavano a mantenere aperte le strutture per un lungo periodo.