CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Riceviamo e Pubblichiamo

 

Si è riunito con grande partecipazione di cittadini presso la sede della Protezione Civile di Siderno , il Tavolo Permanente di lavoro per fare il punto della situazione sulle iniziative relative al Lungomare della Città, argomento che rimane di grande attualità anche in vista della riunione di giovedi in Prefettura, e che è argomento di notevole preoccupazione per il futuro economico e sociale della città.

Fin dall’inizio dei lavori, si è subito percepito un’atmosfera di grande preoccupazione in quanto esiste il timore che le due parti estreme del Lungomare continuino ad essere interdette al pubblico, unitamente al litorale, anche durante l’estate. E, proprio su questa paventata ipotesi di chiusura, che riguarda d’altra parte non solo il traffico veicolare ma anche quello pedonale, si è sviluppato un serrato e lungo dibattito.

Alla fine sia da parte dei rappresentanti dei Partiti politici locali, che dagli esponenti del mondo associativo, produttivo e, soprattutto, del comparto turistico si è levato un forte grido d’allarme sintetizzato nello slogan “mettere il lucchetto sul Lungomare significa mettere il lucchetto sulla Città”. Ragion per cui è stato deciso che se non saranno adottati provvedimenti atti a scongiurare questa possibilità il tavolo permanente saranno utilizzati tutti i mezzi democratici di protesta, anche ad oltranza, per salvaguardare la vita economica e sociale di Siderno che – è stato ricordato – è città già provata e ferita da gravi situazioni politiche, economiche, amministrative.

Una città che registra quotidianamente cessazioni di attività, che è piena di famiglie in difficoltà, che ha una disoccupazione sempre più dilagante. Una città che, anche per questo, non può assolutamente tollerare che, l’unica attività, quella turistica, che potrebbe dare la possibilità di una boccata di ossigeno, possa venire meno a causa di una non adeguata organizzazione locale, o da mancati incisivi interventi da parte delle Istituzioni che sono chiamate a rendersi conto, con assoluta convinzione, che quello che è successo a Siderno è una indiscutibile e grave emergenza e come tale deve essere affrontata, senza tentennamenti e senza palleggiamenti di responsabilità. I soggetti che costituiscono il Tavolo Permanente di Lavoro, rappresentano la Città di Siderno nella sua totalità e rappresentano il pensiero della gente che ogni giorno diventa sempre più preoccupata e più sfiduciata. Nel corso della riunione è stato ricordato che le migliaia di persone che nei giorni passati hanno sfilato per le vie della Città, incontrandosi con i Commissari davanti al Comune, hanno rappresenato e rappresentano un chiaro segno di volontà popolare e di voglia partecipativa.

Un segno evidente che la Città vuole tornare a vivere, vuole andare avanti e non si vuole rassegnare alle numerose avversità che la stanno opprimendo. In questo contesto è stato deciso di lanciare un forte appello alle Istituzioni tutte affinchè accolgano le grandi necessità esistenti e le richieste che arrivano dalla popolazione locale e, quindi, si adoperino per dare risposte positive e risolutive.

Tutti i presenti hanno convenuto che bisogna mantenere uno stretto rapporto con i Commissari con i quali, nel rispetto dei ruoli, bisogna dialogare e concordare le iniziative che si andranno a prendere, auspicando che gli stessi Commissari recepiscano il “monito” che per la Città di Siderno, il Lungomare rappresenta un’indispensabile fonte sociale, turistica, economica, occupazionale. E che, proprio per questo, si adoperino affinchè si creino le condizioni (indispensabili) affinchè per la prossima stagione estiva, gli stabilimenti balneari anche se in maniera contenuta possano svolgere la loro attività .

In questa ottica si invitano i Commissari affinchè rivolgendosi ai Politici, ai rappresentanti Istituzionali, ai Tecnici che, nelle settimane passate, sono venuti a Siderno per visionare la devastazione del lungomare, ricordino loro di mantenere le promesse e gli impegni assunti, e, in via prioritaria, venga utilizzata la somma messa a disposizione dalla Provincia, per mettere in sicurezza, anche se in maniera provvisoria, tutto il lungomare e consentire cosi di affrontare la stagione balneare con una certa tranquillità. Infine nell’esprimere apprezzamento per l’incontro di Giovedi presso la Prefettura di Reggio Calabria dove saranno presenti i vari Soggetti Istituzionali è stato auspicato che dall’incontro emergono decisioni e inziative atte a tranquillizzare i cittadini di

Siderno. 4/2/2014

La Segreteria della Consulta Cittadina