CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

 

 

Reggio Calabria

 

Al Commissario Straordinario ASP Reggio Calabria

 

Al Coordinatore ADI ASP di Reggio Calabria

 

E,p.c. Al Sig. Prefetto di Reggio Calabria

 

Alla Struttura Commissariale per l’attuazione del Piano di Rientro

 

-Loro sedi –

 

Oggetto: Servizio ADI.

 

 

Premesso che con nota del 01.03.2014 la F.P. CGIL chiedeva con urgenza l’apertura di un dibattito urgente con tutte le figure istituzionali al fine di dirimere tutte le problematiche che ad oggi stanno ostacolando l’operatività del servizio;

 

nel ribadire l’importanza di tale servizio che opera nell’assistenza a persone non autosufficienti ed in condizioni di altissima fragilità, producendo sia sotto l’aspetto socio-sanitario che economico, benefici enormi agli attori interessati, famiglie e società;

 

La F.P. CGIL

 

continua a domandarsi se questa azione sia mirata a demotivare il personale operante, che non può più permettersi di sottrarre risorse economiche importanti alle proprie famiglie, costringendoli così ad interrompere le prestazioni (atteso che non percepiscono nessun tipo di rimborso da ben 14 mesi), giustificando così l’Azienda ad una scelta privatistica.

 

La F.P. GCIL, contrariamente a quanto scelto da altre sigle sindacali, e per i motivi di cui sopra, chiede invece agli operatori di continuare ad operare, di non abbandonare i malati e le famiglie ad un destino di sofferenza e disperazione e di non dare la sponda ad una svolta privatistica.

 

La F.P. CGIL dal suo canto adotterà tutte le forme di lotta possibili per sostenere le famiglie e gli operatori, dalla formazione di tavoli in tutte le città per la raccolta fondi, alla sollecitazione di tutte le istituzioni locali, regionali e nazionali a sostegno di questa lotta sociale.

 

I Segretari Generali F.P. CGIL

Franco Manunta – Farncesco Loschiavo