Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Si è svolta il giorno 12 ottobre 2014 nella splendida cornice della “Tenuta del Conte Ruggero” a Bovalino superiore (RC) la presentazione del tour nazionale dell’opera filmica “Fiori di Carta”, organizzata dalla “Brumar Editore” e dall’Associazione Culturale “Nuova Calabria” allo scopo di rendere note le date ufficiali del tour che partirà a brevissima scadenza. Nella splendida location dai chiari connotati medioevali si è riunito il pubblico delle grandi occasioni. La pellicola, diretta da Andrea Grollino, prodotta dall’Associazione Culturale “Nuova Calabria” e dall’Emittente Televisiva “Fimmina TV”, con le immagini realizzate da Stefano Marra, ha ancora una volta registrato un nuovo e sorprendente risultato mettendo in cantiere un impegnativo ma gratificante tour a livello nazionale che vedrà il mediometraggio proiettato in tante sale cinematografiche della penisola. Nel contesto della presentazione, oltre alla promozione ed alla relativa visione del mediometraggio, è stato organizzato un dibattito che ha toccato le delicate tematiche sociali evidenziate dal film ossia: femminicidio, smarrimento giovanile, pregiudizio nei confronti di una ragazza madre e morti sulla strada. Proprio per porre l’accento sul problema legato alle vittime della strada si è rivelatala preziosissima la collaborazione instaurata con il gruppo “Un figlio in Cielo”, Associazione costituita e mantenuta in vita con forza e coraggio dai genitori di alcuni giovani scomparsi prematuramente in seguito ad incidenti stradali o che hanno subito gravi menomazioni fisiche. La manifestazione è stata condotta da Bruno Panuzzo, autore insieme alla moglie Martina Zito, del libro “Fiori di Carta” da cui è stata tratta l’opera filmica. Particolarmente apprezzato l’intervento del Consigliere Provinciale della Provincia di Reggio Calabria, la Dottoressa Alessandra Polimeno che ha voluto evidenziare gli ottimi risultati già raggiunti dal mediometraggio “Fiori di Carta” che, grazie al grande lavoro di squadra ed alla determinazione di tutti i giovani attori impegnati (quasi tutti alla prima esperienza davanti alla macchina da presa), è riuscito ad affermarsi con forza in ambito regionale ed ora si appresta a varcare i confini della Calabria dimostrando che anche qui è possibile realizzare, seppur con scarsità di mezzi soprattutto economici, un’opera che possa contribuire a migliorare il cittadino e la società civile in cui viviamo. Il pubblico presente si è particolarmente appassionato e commosso seguendo le avvincenti disavventure dei due giovani protagonisti, Andrea e Debora: gioendo, soffrendo e sperando sino all’ultimo istante sul positivo epilogo della particolare storia; al termine della proiezione un sincero applauso rivolto ai giovani attori presenti ha pervaso l’intera sala. A seguire ha avuto inizio il dibattito, denominato “Fiori di Carta social Arena - Un ponte sopra le maree”. Il tema, evidenzia l’importanza rivestita dal dialogo e dall’energia positiva che derivano dallo stare insieme e dall’armonia collettiva. “Un ponte sopra le maree…” ed una “felice passerella” sopra le avversità della vita. Una strada lunga da percorrere alla ricerca della speranza vera. Al dibattito hanno preso parte la dottoressa Loredana Oppedisano (Psicologa) che ha evidenziato il grande impegno all’interno del gruppo “Un figlio in Cielo” e la straordinaria valenza del progetto “Fiori di Carta”. La psicologa ha evidenziato altresì, traendo anche spunto dalle immagini del film, l’importanza di un “solido punto di riferimento” all’indomani di una terribile tragedia. Subito dopo vi è stato l’intervento di Laura Sgambellone (Avvocato) che ispirandosi ad una celebre frase del lavoro filmico “Per promuovere il cambiamento bisogna esser parte del cambiamento stesso” ha esaltato la valenza morale e sociale dell’opera. La Sgambellone si è complimentata con gli autori ed ha evidenziato quanto, tali progetti, unitamente alle grandi passioni per lo sport e per la musica, possano essere “veicoli efficaci verso il cambiamento sociale di una comunità”. A chiusura del dibattito l’intervento della Dottoressa Giuseppina Longo (Farmacista) che ha analizzato le tematiche della pellicola dal punto di vista medico oltre che sociale. La Dottoressa Longo ha poi raccontato di una propria esperienza personale in merito di incidenti, evidenziando ancora una volta quanto, la bontà di iniziative della caratura di “Fiori di Carta” servano a spronare i giovani verso una condotta di vita sana e soprattutto civile. Grandi applausi, come dicevamo prima, per Giulia Caroleo, la piccola protagonista di “Fiori di Carta”, che ha rappresentato tutti i ragazzi del cast. Infine, ecco svelate le prossime tappe del mediometraggio: Cosenza 29 Ottobre; Roma 04 Novembre; Torino 06 Novembre; Lamezia Terme 15 Novembre; Taormina 22 Novembre. E’ prevista anche la proiezione del film presso la “Casa Circondariale di Locri”.