CalabriaInforma

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

thTre donne del ragusano - una 44enne (I.I.) e una 40enne (C.S.) entrambe di Vittoria, e una 49enne (D.G.) originaria di Roma ma residente da lungo tempo a Comiso - sono state arrestate con l’accusa di detenzione e spaccio di marijuana.

I militari di Rocca Imperiale, nel tardo pomeriggio di ieri e durante un controllo sulla Statale 106 che collega fra Puglia, Basilicata e Calabria, hanno fermato un Suv con a bordo le tre donne.

Alla richiesta dei militari di esibire i documenti di riconoscimento, due passeggere si sono dimostrate collaborative, mentre chi era alla guida ha raccontato di aver dimenticato a casa la patente di guida e ha quindi fornito delle generalità che ai controlli sono risultate poi inesistenti.

A quel punto la conducente ha confessato di aver dato delle generalità false perché gli era stata ritirata la patente di guida.

A far insospettire i Carabinieri non è stata solo la crescente agitazione delle donne, ma anche un forte odore che proveniva dal portabagagli.

Da qui la decisione di eseguire un’approfondita perquisizione e che ha portato i militari a trovare in un borsone di biancheria sette buste sigillate contenenti quasi 5 chilogrammi di marijuana purissima, che probabilmente era stata appena acquistata per poi spacciarla nel ragusano.

Le tre, dopo le formalità di rito, sono state trasferite nel carcere del comprensorio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.