CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


SAN FERDINANDO. Una donna, Aurora Spanò, 65 anni, e' stata arrestata dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro con l’accusa di aver costretto un medico a rilasciarle certificati con cui ha ottenuto gli arresti domiciliari.

I militari hanno eseguito stamani l’ordinanza del gip di Palmi. Il provvedimento cautelare scaturisce da indagini svolte dalla Compagnia gioiese e della locale Stazione, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Palmi, che hanno consentito di accertare come la donna, agli arresti domiciliari per usura, nei mesi di maggio, agosto e settembre 2011, avesse esercitato pressioni nei confronti di un medico di San Ferdinando per ottenere certificati con i quali aggirare le prescrizioni imposte dalla Autorità giudiziaria, con particolare riferimento alla località di espiazione della pena. La donna deve, quindi, rispondere di violenza privata continuata, consistita nell’essersi avvalsa della forza di intimidazione derivante dalle sue pregresse vicende giudiziarie e dall’appartenenza alla famiglia “Bellocco” di notorio spessore criminale nella zona, per costringere il medico ad attestare il falso.