CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

LOCRI. Un giovane pregiudicato del luogo, Nicola Portulesi, 28 anni è stato arrestato ieri dai carabinieri della locale Compagnia, diretta dal tenente Nico Blanco. Portulesi è accusato di avere commesso una rapina a mano armata nei confronti di una giovane donna del posto, a passeggio con la figlia.

Insieme a Nicola Portulesi, i militari della Compagnia hanno arrestato A. A., 27 anni, il quale stamani, su disposizione della locale Procura della Repubblica, è stato scarcerato non essendoci su di lui elementi tali da rendere necessaria la custodia cautelare in carcere. Questi i fatti. Nel primo pomeriggio di domenica, mentre la donna passeggiava per le vie cittadine con la figlioletta di soli sei anni, è stata affiancata da un’autovettura con due giovani a bordo uno dei quali, dopo esser sceso dal veicolo ed averle puntato un coltello alla gola, dinanzi agli occhi atterriti della bambina, ha minacciato la malcapitata donna e le ha strappato violentemente la borsa che aveva a tracolla. Il malvivente è risalito velocemente sulla macchina dove, alla guida, era ad attenderlo il complice. L’autovettura si è quindi allontanata a forte velocità. La donna nonostante lo spavento, dopo aver tranquillizzato la piccola, si precipitata in un bar nelle vicinanze e ha contatto il 112, comunicando quanto era accaduto. Le ricerche diramate immediatamente hanno consentito, alle numerose pattuglie dei carabinieri della Compagnia presenti sul territorio, di individuare e bloccare pochi minuti più tardi la Fiat Panda segnalata dalla donna con i due ragazzi a bordo che, nel frattempo, si erano già disfatti della borsa della signora. Entrambi sono stati accompagnati presso il comando intermedio dell’Arma e, dopo aver espletato le formalità di rito, sono stati tradotti nella Casa circondariale.