CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

42908317 2319834874700387 957881056806043648 nFervono i preparativi a Bovalino (RC) per la fase finale della 2^ Edizione del Premio Letterario Nazionale "Mario La Cava", premio che si svolgerà nella città natale dello scrittore con il patrocinio della Regione Calabria e del Comune di Bovalino e che avrà il suo momento clou la sera del 22 dicembre 2018 quando saranno consegnati, ai vincitori, i premi del prestigioso concorso letterario. Ricordiamo che la 1^ edizione del premio si è svolta l'anno scorso il 17 dicembre ed ha avuto un notevole successo grazie soprattutto all'autorevole partecipazione di  esponenti del mondo letterario nazionale come Claudio Magris, docente universitario a Trieste ed ex Senatore della Repubblica Italiana, molto legato allo scrittore calabrese che ebbe modo di conoscere personalmente nella città della bora, e Raffaele Nigro, scrittore e giornalista di origini lucane anche lui molto vicino a La Cava, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto del pensiero assolutamente meridionalista presente in ogni suo lavoro; ospite d'eccezione fu Anna Melato (sorella  della compianta e più nota Mariangela) protagonista, insieme ad Alberto Sordi, del celebre film di Luigi Comencini  "Il matrimonio di Caterina" tratto dall'omonima opera scritta da Mario La Cava.

Ma veniamo all'edizione di quest'anno, come indicava il bando di partecipazione al concorso tutti i lavori dovevano giungere improrogabilmente entro il giorno 27/09/2018 per essere sottoposti alla valutazione della Commissione selezionatrice che è stata nominata dal Comune di Bovalino e dal Caffè Letterario "Mario La Cava", la stessa commissione, dopo aver verificato l'esistenza di tutti i requisiti richiesti dal bando provvederà a selezionare le cinque opere più meritevoli e vicine alla tematica prescelta che è: "Narrazione dai margini dei luoghi e dell'esistenza". Sarà poi una Giuria qualificata, formata da scrittori, critici e cultori di lettere, nominata dalla Commissione selezionatrice, a giudicare nel merito le opere ammesse alla fase finale e ad esprime i propri insindacabili pareri. Delle cinque opere solo tre di queste giungeranno alla finale che avrà, quindi, il suo risultato definitivo la sera del 22 dicembre 2018  dove si conoscerà ufficialmente il vincitore della 2^ edizione del concorso.

La Giuria qualificata è così composta: Giuseppe Lupo scrittore ed Insegnante di Letteratura Italiana contemporanea presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano e Brescia. Ha esordito nella narrativa con il romanzo "L’americano di Celenne" (Marsilio 2000), con cui nel 2001 ha vinto il Premio Giuseppe Berto e il Premio Mondello opera prima, e nel 2002, in Francia, il Prix du premier roman. È consulente presso alcuni editori, dirige la collana "Novecento.0" presso Hacca Editore e la collana "Atlante letterario" presso l’Editrice La Scuola. Collabora alle pagine culturali dei quotidiani “Il Sole 24 Ore” e “Avvenire”; Silvio Perrella, siciliano di nascita ma napoletano di adozione dove vive e lavora, si è laureato all'Università Federico II di Napoli in Lettere Moderne ed è autore di numerose opere e collaborazioni anche con altri scrittori. La sua voce di tanto in tanto fa capolino dalle frequenze di RadioTre, in particolare modo nella trasmissione "Wikiradio". Una sua "intervista impossibile" a Italo Calvino è stata interpretata da Anna Bonaiuto e Fabrizio Bentivoglio. Ha partecipato, interpretando se stesso, al film di Antonio Capuano "L'amore buio". Su "Il Mattino", oltre a editoriali, recensioni e reportage, tiene una rubrica quotidiana di poesia intitolata "Il Divano"; Caterina Verbaro, oltre che scrittirce ed autrice di diverse pubblicazioni è anche docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università Lumsa di Roma. Dirige la collana “Critica e testi” dell’Editore L’arca e l’arco, è referente di “Oblio” e fa parte del Consiglio Direttivo della MOD – Società per lo studio della Modernità letteraria.

La Commissione selezionatrice che ha il compito di individuare tra i partecipanti i cinque lavori più aderenti alla tematica del concorso è, invece, così composta: Cristina Briguglio, docente di Lettere negli Istituti Statali di Istruzione Secondaria. Ha conseguito la laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi su “I teatri alla Radio”, in collaborazione con Rai Radio Tre, e la laurea magistrale in “Testo, Linguaggi, Letteratura”, con una tesi di Letteratura Italiana su “Le donne di Corrado Alvaro tra realtà e mistero”. È tra i soci fondatori dei Presìdi del Libro-Locride e collabora con associazioni culturali, enti di formazione e premi letterari; Anna Costa, è docente di lettere e filosofia. È stata ricercatrice sul territorio per i distretti scolastici per conto del Formez e operatrice culturale presso l’Associazione Culturale Ionica. È responsabile della Biblioteca dell’Istituto “Francesco La Cava” di Bovalino, dove è collaboratrice dell’Ufficio di Presidenza. Ha pubblicato, con altri Autori, Utopia e rivoluzione in Calabria. Scritti in onore di Enzo Misefari e Gli amici di Mario La Cava raccontano; Santino Salernoscrittore e critico letterario. Da molti anni fa parte della giuria del Premio letterario Palmi. Collabora con la pagina culturale de “Il quotidiano del Sud” e diverse riviste letterarie. Le sue ricerche si sono spesso concentrate sulla figura di Leonida Repaci, al quale è dedicata anche una sezione del Premio letterario Palmi. Ha inoltre curato alcuni libri tra i quali Il cavallo Ungaretti di Domenico Zappone (2006) edito da Ilisso-Rubbettino, facente parte della collana Scrittori di Calabria; Pasquale Blefari, brillante Assessore alla  “Cultura, Edilizia Scolastica, Politiche per il Centro Storico ed i Servizi Bibliotecari” del Comune di Bovalino; Domenico Calabria, Presidente dell'Associazione Caffè Letterario "Mario La Cava" e genero del famoso scrittore bovalinese.

Cont
cropped testat1

 

Di seguito si riporta l'elenco completo delle opere regolarmente pervenute ed ammesse al concorso:

Maria Pia Ammirati – Due mogli. 2 agosto 1980 – Mondadori
Dario Buzzolan – La vita degna – Manni
Nicola Campoli – Al cuore non rinuncio! – Guida
Vincenzo Carrozza – Frammenti di stelle – Bookabook
Palma Comandè – Prima di tutto un uomo – Luigi Pellegrini Editore
Mauro Covacich – La città interiore – La nave di Teseo
Filippo De Matteis – Cuore di seppia – Elliot
Federica De Paolis – Notturno salentino – Mondadori
Sergio De Santis – Non sanno camminare sulla terra – Mondadori
Claudio Grattacaso – La notte che ci viene incontro – Manni
Eliana Iorfida – Antar – Vertigo
Marco Iuffrida – InChiostro – Rubbettino
Massimo Nava – Il boss è immortale – Mondadori
Rita Pani – L’ultimo inciampo – Rita Pani
Carlo Pellegrino – Dente di cane – Manni
Carmen Pellegrino – Se mi tornassi questa sera accanto – Giunti
Mario Proli – Casematte – Fondazione Mario Luzi
Sonia Serazzi – Il cielo comincia dal basso – Rubbettino
Giusy Staropoli Calafati – La terra del ritorno – Luigi Pellegrini Editore
Marisa Sturiale D’Agostino – Fiori di Jacaranda – Città del Sole
Rocco Taliano Grasso – Mie care ombre addio – Luigi Pellegrini Editore
Patrizia Tocci – Nero è il cuore del papavero – Tabula Fati
Angelo Vazzana – Odissea dell’Odissea – Gangemi Editore

 (Fonte immagini: Caffè Letterario "Mario La Cava")