Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

e300417985

«Una nuova cavalleria è apparsa nella terra dell'Incarnazione. Nuova, dico, e non ancora provata nel mondo dove conduce una duplice battaglia, sia contro avversari di carne e sangue, sia contro lo spirito del male nei cieli».

 

Bernardo di Chiaravalle o Bernard de Clairvaux, monaco e abate francese dell’ordine cistercense, venerato come santo dalla Chiesa cattolica, così descriveva la più potente congregazione cavalleresca medievale della cristianità, nel suo trattato “De laude novae militiae”, scritto presumibilmente fra il 1132 e il 1136.

 

Dopo anni di ricerche mirate, scavando e rintracciando fonti documentali e iconografiche capaci di creare una nuova visione d’insieme, Giovanni Pascale, studioso e appassionato di storia medievale, offre per la prima volta una chiara e rigorosa ricostruzione e rievocazione del misterioso mondo dei Cavalieri Templari in Calabria.

 

GIOVANNI PASCALE, ricercatore accreditato nei più importanti gruppi operanti, si dedica da molti anni allo studio del neotemplarismo, della simbologia e della storia dell’Ordine del Tempio.

È Past Gran Commendatore della Gran Commenda dei Cavalieri Templari d’Italia del Rito di York, coordinatore per l’Italia del Grande Accampamento dei Cavalieri Templari degli Stati Uniti d’America e, inoltre, membro della L.A.R.T.I. (Libera Associazione Ricercatori Templari Italiani).

Nei suoi lavori confluiscono la conoscenza della materia, il rigore metodologico e una profonda passione consacrata alla ricerca.

_