Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

TRAVIATA brindisiCon una splendida rappresentazione della “Traviata” di Giuseppe Verdi sabato 23 marzo 2019 sono stati inaugurati ufficialmente il nuovo Auditorium e l’indirizzo musicale dell’Istituto Comprensivo Perri-Pitagora.

La Traviata “gaudio di un’illusione” è stata realizzata dall’associazione Pondus con l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni su una forma d’arte complessa ma allo stesso tempo importantissima.
È stato proprio il dovere verso il recupero del nostro patrimonio artistico e culturale che ha mosso l’associazione a proporre tale spettacolo scomponendone i contenuti, in maniera tale da poter essere presentati in chiave più leggibile ai ragazzi ed integrando in forma narrativa la spiegazione, il contesto e l’analisi dei personaggi al fine di colmare le eventuali incomprensioni dovute alla complessità di un linguaggio come quello contenuto all’interno di un’opera lirica.

L’arduo compito ha visto impegnati in un’impresa non semplice il direttore d’orchestra M. Marco Codamo ed il regista M. Gianluca Chiera, che hanno insieme elaborato una riduzione dell’opera.

La riduzione consiste principalmente in un organico orchestrale di minore numero, senza coro, ridotto quindi all’essenziale esecutivo. Ciò ha comportato dei tagli allo spartito e all’integrazione della narrazione che diventa anello di congiunzione e conduce ad una migliore comprensione di un capolavoro come Traviata.

I due maestri che, insieme hanno collaborato nel massimo rispetto dell’opera, hanno potuto trovare terreno fertile per le loro intenzioni nel l’istituto Perri-Pitagora di Lamezia Terme, dove la dirigente ha saputo cogliere al volo l’importante occasione, concedendo gli spazi necessari alla messa in scena. L’auditorium dell’Istituto è stato infatti allestito con scene dai tratti essenziali, diventando così giaciglio di un’alchimia che per tre giorni ha coinvolto artisti e ragazzi.

Una grande festa della musica celebrata attraverso il melodramma più noto e commovente di Verdi, che, con le sue celebri arie, ha incantato alunni e docenti. Una bella occasione per inaugurare l’auditorium ristrutturato grazie ad un progetto POR Calabria per la riqualificazione dei laboratori di musica e teatro e per dare l’avvio all’indirizzo musicale attivato da quest’anno nella scuola secondaria di primo grado Pitagora. Crediamo molto nella valenza educativa della musica –riferisce la dirigente scolastica Teresa Bevilacqua- per questo, nel nostro Istituto le diamo ampio spazio ed in collaborazione con le famiglie realizziamo percorsi di educazione all’ascolto ed alla pratica musicale fin dalla scuola dell’infanzia. La musica è un linguaggio universale che viene utilizzato in tante occasioni per comunicare pensieri, sensazioni ed emozioni, per svolgere attività di socializzazione, per divertire, per trasmettere messaggi anche tra diverse culture, per diventare strumento di tolleranza e comprensione reciproca, per cantare desideri di pace, giustizia e legalità. Attraverso la musica si generano competenze espressive, comunicative e creative, ma anche cognitive e sociali. Avvicinare i ragazzi alla musica lirica poi, vuole ampliare gli orizzonti musicali dei ragazzi che si limitano all’ascolto della musica moderna, pop, ecc. e non conoscono la musica che ha contribuito a fare la storia del nostro Paese.
Un grazie al prof. Rotella promotore dell’evento ed ai docenti di strumento che hanno subito condiviso le finalità dell’Istituto ed in poco tempo hanno creato una piccola “orchestra”.

Se si facesse più forte il senso del dovere e di protezione verso ciò che ci appartiene -afferma inoltre Gianluca Chiera- il nostro futuro sarebbe animato da persone mature che saprebbero scegliere con saggezza poiché avrebbero come base solide fondamenta, ossia un bagaglio storico, artistico ed educativo importante degno di una nazione cardine mondiale di arte e cultura, come l’Italia.