Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

PALMI - Hanno illuminato la “Casa della cultura”,  hanno coinvolto, hanno divertito, hanno dato calore, gli Halleluiah Gospel singers hanno portato sulla scena  le più belle canzoni Gospel,  spaziando dal classico repertorio sino ad arrivare

alle sonorità più contemporanee e conosciute, reinterpretate tutte, in chiave un po’ jazzistica dai bravissimi musicisti che hanno accompagnato le quattro bellissime voci dei coristi, voci  perfettamente amalgamate, unite nel respiro, nelle pause, nelle articolazioni, capitanate dalla commovente, potente ed elegante voce di Cheryl Porter, cantante simbolo della tradizione Gospel“La musica Gospel non si ascolta, si vive” con queste parole Cheryl Porter ha aperto il concerto, coinvolgendo nel corso della serata il pubblico di una Casa della Cultura gremita, pubblico che mettendo da parte la timidezza si è fatto coinvolgere dalla bellissima atmosfera che il coro ha saputo creare, applaudendo, cantando, ballando, ridendo. Cheryl Porter ha dedicato la sua carriera ad una missione, quella di portare un messaggio di Pace ad un mondo ancora oggi diviso dalle guerre, il concerto è una sorta di itinerario che esplora i vari periodi della tradizione Gospel, partendo dagli antichi Spirituals, inni di speranza, di ispirazione biblica, con i quali gli schiavi cercavano di adombrare le difficoltà che dovevano costantemente sopportare,  sino ad arrivare alle melodie più conosciute di Wonderful World o Imagine, il concerto si è concluso con una bellissima interpretazione di Happy days, canzone ormai considerata vero e proprio patrimonio dell’umanità. L’associazione “Amici della Musica” di Palmi merita dei vivi complimenti, ogni anno riesce a portare sul palcoscenico palmese concerti e spettacoli di altissimo livello, e  per concludere in bellezza questa stagione musicale bisogna non mancare al tradizionale concerto di Capodanno che avrà luogo il 4 gennaio sempre alla Casa della Cultura