CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Applausi a scena aperta per Gigi Miseferi e la sua Band Larga, sabato scorso a Roccella Ionica con lo spettacolo “Dalle Lasagne al Brod…way” in una nuova tappa del tour che ha visto la partecipazione speciale del musicista Francesco Loccisano con la sua chitarra battente.

 

Un Gigi Miseferi in gran forma, mattatore della scena per quasi due ore, insieme alla Band Larga e la brillante e talentuosa Ivana Pellicanò, ha conquistato con verve da vero frontman e artista a trecentosessanta gradi il pubblico di Roccella. Travolgente e inarrestabile, Miseferi, tra gag e canzoni in declinazione swing, ha interagito con i tanti appassionati di musica e spettacolo presenti al Convento dei Minimi, creando un clima di grande divertimento e rendendo tutti protagonisti di uno show coinvolgente.

Da 25 anni “metà” dello storico Duo insieme a Giacomo Battaglia, Gigi Miseferi proviene dalla Compagnia del Bagaglino di Roma con la quale ha ottenuto tre Telegatti, tra cui quello per i 20 anni in TV della Compagnia, ha sfoderato un ricco repertorio di canzoni cult, nate tra gli anni ’30 e ’40, mostrando di possedere, oltre alla passione per la musica, straordinarie doti canore. Eccezionali i musicisti della Band Larga: Salvo Labrini al pianoforte, Pino Delfino al contrabbasso, Tonino Palamara alla batteria, Carmelo Coglitore al sax. Tutti insieme, senza dimenticare l’effervescente Ivana, per un mix di musica e intrattenimento che rivisita le melodie di mostri sacri come Louis Prima, Fred Buscaglione, Dean Martin, Renato Carosone.

Special Guest della serata Francesco Loccisano, musicista noto e stimato a livello internazionale, che ogni volta torna ad ammaliare il pubblico con i virtuosismi della sua chitarra battente e che, a Roccella, è stato accompagnato da Vincenzo Oppedisano e Tonino Palamara.

L’evento, organizzato dall’Associazione Battente Italiana grazie all’impegno di Ilenia Caccamo, è stato arricchito dalla mostra della pittrice Krisztina Szabo e dalla degustazione del vino delle Cantine Lavorata.

 

 

Ufficio Stampa 349.2682277