CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Una bellissima serata all'insegna dell'allegria e della tarantella in compagnia dei taranquartet. Si sono svolti ieri i festeggiamenti in onore  della MAdona della strada a marina di Gioiosa Jonica. La Festa di Maria Santissima della Strada ha origini popolari.

Essa nasce infatti solo pochi anni addietro, per iniziativa degli abitanti delle frazioni Circhetto e Possessione di Marina di Gioiosa Ionica, quando venne costruita - a pochi passi dallo svincolo della S.G.C. Jonio-Tirreno - una edicola votiva alla Madonna di Lourdes. La devozione alla Madonna della Strada è andata via via crescendo nel corso degli anni.
La festa di Maria Santissima della Strada - che accompagna, protegge e conforta tutti coloro che ogni giorno attraversano le strade della nostra terra - si celebra ogni anno il 1 maggio. Attualmente l'edicola votiva e la statua della Madonna sono state temporaneamente trasferite in località Galea, in quanto lo svincolo della S.G.C. Jonio-Tirreno per Marina di Gioiosa Ionica è chiuso per lavori. Dopo la tradizionale processione per le vie della contrada Cichetto  il Baritono Giuseppe Graziano De Luca, rappresentato anche lui da Domenico Carpentieri, ha allietato i fedeli intonando un Ave Maria di Schubert. Subito dopo i tradizionali fuochi d'artificio, è arrivato il momento tanto atteso della serata, i taranquartet hanno portato il delirio nella piccola frazione di Gioiosa. 2 ore di spettacolo ininterrotte.I Taranquartet "gruppo etno pop" si sono formati nel 2009 ....grazie all'esplosione in Calabria della musica popolare che riesce a fondere la passione di quattro musicisti. Da qui nasce l'idea del nome del gruppo. Muovono i primi passi suonando brani tradizionali, facendo le prime comparse in eventi privati e spostandosi, via via, nei locali guadagnando a poco a poco la popolarità che li ha accompagnati sino ad ora. Il gruppo afferma il loro impegno partecipando a grandi manifestazioni di musica popolare: pre-Kaulonia, Tarantella festival nel 2010 (R.C.), il tradizionandu etno-fest di Cittanova (RC) nel 2010, e l'oktober fest di Soverato (CZ) nel 2011; inoltre sono sempre stati vicini alle iniziative a sfondo benefico rendendosi disponibili con concerti gratuiti. Durante questo percorso sono riusciti a guadagnare la stima da parte del pubblico che li segue, durante la quale riscuotono un successo senza precedenti anche grazie alle agenzie di management che hanno investito in loro buoni propositi. Nella loro musica sono in continua riverca della storia e dei suoni caratteristici degli strumenti della tradizione popolare, con influenze non solo calabresi, ma anche alle regioni limitrofe alla Calabria e nei loro arrangiamenti: tamburello, lira, chitarra battente diventano gli strumenti protagonisti. I Taranquartet non si stancheranno mai di ringraziare tutte le persone che credono in loro, che gli sono state sempre vicine sostendendoli nel loro lavoro e nella musica e ai musicisti che in questi anni hanno contribuito alla crescita del gruppo.