CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’avvento dei social network negli ultimi anni ha radicalmente cambiato abitudini e punti di vista.

In media spendiamo quasi due ore al giorno su questi canali. Il risultato? Quello che vediamo sui social influenza le nostre scelte più di ogni altra cosa.

I brand lo hanno capito bene e sempre più spesso coinvolgono le persone più seguite su canali come Instagram e Facebook chiedendo loro in cambio di omaggi o veri e propri ingaggi in denaro di indossare abiti o accessori con marchio in bella vista.

Sono i c.d. influencers della rete. Stanno crescendo in modo esponenziale. Si può dire che sta diventando una professione a tutti gli effetti.

Non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Di recente una nota università cinese, lo Yiwu College, ha reso noto che lancerà a breve un corso triennale per gli influencer del futuro che combina una serie di competenze e conoscenze che dovrebbe facilitare e instradare le “Wang hong”, le star della rete appunto.

In un Paese con oltre 700milioni di utenti diventare uno "wang hong" conviene: si parla addirittura di decine di milioni di dollari.

Perchè non tentare quindi? Certo la Cina è lontana ma chissà che presto anche le Università italiane non decidano di rispondere con corsi nostrani.