CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

tumblr static filename 640 v2Cari romantici buona notte. Oggi tocchiamo un argomento delicato...le parole non dette. A chi non è mai capitato di non dire, per amore, per orgoglio, per rabbia, qualcosa? specialmente in amore?

“O tutto o niente”.
O tutto o niente. O tutto o niente.

Mi sono congedato con quattro parole, ma la realtà è che avrei voluto gridartene addosso tante altre.
Solo che io parto armato di coraggio e di discorsi studiati a memoria, poi arrivo lì e mi perdo. E le parole mi muoiono in gola, inciampano nella lingua e tutto quello che ne esce è una preghiera celata da un ultimatum.
O tutto o niente, in verità, è il riassunto di troppe notti passate a piangere, di giorni votati al pensiero di lei , un passato che tanto passato non è.
Avrei voluto dirle tante cose, così tante che non so nemmeno da dove avrei potuto cominciare.
Avrei voluto dirle sceglimi.
Ecco, sì, sarei dovuto partire da qui.
“Scegli me. Ti prego, stavolta, scegli me.
Sceglimi come t’ho scelto io, ogni giorno, come ho fatto io, quando eri vicina e ancor più quando eri lontana. Sceglimi, come ho fatto io, mentre aspettavo che tu arrivassi ed il tempo passava, passava, passava; come ho fatto io, a volte col sorriso, a volte con gli occhi lucidi, a volte stringendo i pugni, altre sfidando il mondo, la famiglia.
Sceglimi. Sceglimi. Sceglimi.
Questo avrei dovuto dirle.
Questo avrei dovuto ripeterle alla fine di ogni discorso.
“Non è colpa tua. Tu non hai sbagliato niente. Non è vero che non sei abbastanza, forse sei anche troppo. Non è colpa tua. Sei bella. Sei bella,bellissima, non è colpa tua.”281746 134181860003657 3486177 n
Ma soprattutto avrei dovuto dirle un’altra cosa,
Avrei dovuto dirglielo  perché è vero, verissimo ed è l’unica cosa che penso davvero.
Avrei dovuto sussurrarle che "se tu mi avessi dato l’opportunità che chiedevo, io avrei saputo amarti meglio di chiunque altra".

Avrei voluto dirle per esempio, che non ha senso parlare con chi non vuole sentire, non ha senso aspettare chi non vole partire. Non ha senso piangere su un qualcosa di illusorio.

Avrei voluto dirle per esempio, che mi sarei messo in gioco, per la seconda volta, cercando di intraprendere un qualcosa. Un cammino.

Avrei voluto dirle per esempio, quando torni? Prendi un aereo e torna qui da me.

Avrei voluto dirle tante cose, ma non le dissi nulla... Forse per orgoglio. Forse per la paura di sbagliare.