CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Quando pensiamo al concetto di romanticismo, di solito ci vengono in mente tante cose: cioccolatini, fiori, peluche… Attenzione, però! Il romanticismo è questo, ma anche molto più e forse richiede più di quanto crediamo.

Molte volte diciamo: “il fatto è che non sono un tipo romantico, io!”. Forse il romanticismo non è altro che l’espressione del sentimento che suscita in noi la persona che amiamo e questo ce l’abbiamo tutti dentro. Quindi in un certo modo siamo tutti romantici!

All’inizio di un rapporto, l’entusiasmo, la novità, l’innamoramento ci fanno fare gesti romantici e sembra che tutto sia amplificato. Quando comincia a passare un po’ di tempo, però, dimentichiamo questi gesti in un cassetto e ci abbandoniamo alla routine e alla confidenza.

Perché una coppia funzioni davvero e perché sia felice, non deve mai dimenticare i gesti romantici. L’amore è come una casa che non si finisce mai di costruire o di decorare. Mancheranno sempre alcuni dettagli per completarla.

 

L’amore è nei dettagli della vita di tutti i giorni ed essere “romantici” non significa essere “sdolcinati”.

Imparare ad essere generosi, a prendersi cura dell’amore come se fosse un bambino, mantenere accesa una piccola fiamma anche quando c’è un forte vento… Questo è essere romantici.

 

Quando amiamo siamo tutti romantici, solo che come altre cose delle vita alcuni lo sanno esprimere meglio di altri.

 

Se siete timidi, avete difficoltà ad esprimere i vostri sentimenti o la routine sta soffocando la vostra relazione nonostante l’amore, leggete i nostri 24 consigli per essere romantici senza smettere di essere voi stessi.


  1. Non smettere di essere se stesso. Ognuno è romantico a suo modo, ma il vero romantico è colui che fa le cose in modo spontaneo e sincero.
  2. Sedurre. Fate capire al partner che è unico, che lo ammirate, che lo rispettate, che lo desiderate.
  3. Non smettere mai di sorprenderlo. Evitate la monotonia.
  4. Pensare a cosa è romantico per il partner.
  5. Romantico sì, ossessionante no. L’antitesi del romanticismo è proprio l’ossessione. Non si può passare tutto il giorno a fare i romantici perché l’altra persona finirà per stancarsi. Come ogni cosa nella vita, anche il romanticismo deve essere espresso in giusta misura.
  6. Anche la sincerità è sinonimo di romanticismo. Grandi paroloni o gesti esagerati non vengono notati e non servono a nulla se non sono fatti con il cuore, con sincerità.
  7. Guardare il partner con ammirazione.
  8. Dire “ti amo”… dopo. È stato dimostrato che le persone che si dicono “ti amo” dopo aver fatto l’amore sono più felici, complici e la loro relazione dura più a lungo.
  9. Sforzarsi di far sentire il partner a suo agio in qualsiasi posto e con qualsiasi persona.
  10. Parlare insieme tutti i giorni. Secondo gli esperti, 30 minuti di conversazione al giorno rafforzano il rapporto.
  11. Ascoltare il partner ogni volta che si può.
  12. Scrivere una lettera.
  13. Mostrare affetto fisico. Cosa c’è di più romantico di un abbraccio quando siete arrabbiati? E darsi un bacio in un posto o momento inaspettato? E un sorriso da lontano? Abbracciate il vostro partner almeno una volta al giorno. Gli abbracci sono grandi amici dell’amore.
  14. Tornare nel posto in cui ci si è conosciuti e fare le stesse cose fatte allora.
  15. Preparare una cena speciale.
  16. Fare qualcosa che di solito non si fa a casa. Non stirate mai? Non lavate mai i piatti? Sorprendete il partner!
  17. Non dimenticare i piccoli gesti che fanno capire al partner che lo pensate. Raccogliete dei fiori di campo mentre tornate a casa, lasciate un messaggio d’amore, registrate un CD, inviate una email d’amore ogni giorno.
  18. Fare le cose insieme. Cucinate, ballate, fate un sonnellino insieme.
  19. Tenere un album di vostre foto. Preparate insieme il vostro album di ricordi, con foto, lettere, bigliettini, etc.
  20. Farsi bello/a per il partner.
  21. Chiamarlo/a dal lavoro solo per parlare qualche minuto.
  22. Mandare un messaggio di buongiorno o buonanotte via WhatsApp.
  23. Non dimenticare il senso dell’umorismo.
  24. Incoraggiare il partner nei momenti brutti. Un abbraccio, un bacio, prendetele/gli la mano prima di andare al lavoro o dal medico.

Di sicuro potete completare la lista con qualche altro consiglio, infatti ognuno di noi ha le sue risorse. La cosa più importante, però, è non dimenticare di essere sempre se stessi. L’autenticità, l’essere come siamo, è ciò che ci rende diversi dagli altri.

 
 

 

Salva

Keyschop
Rosaci
Copiaeincolla
 
 
Consulenza
Fiorista Il Piccolo