Stampa

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 


Nasce oggi "AmbienteInforma", la rubrica del portale di informazione on-line CalabriaInforma. La priorità della neonata sezione del giornale è proprio quella di informare le persone, i cittadini, la popolazione, sull'ambiente.

Sui disagi ambientali, dal dissesto idreogeologico, alla natura sempre più spesso contaminata e dimenticata del nostro territorio, al disordine sociale della nostra zona che direttamente o indirettamente ricade sull'ambiente. Lo scopo della rubrica non è solo quella di denunciare fatti spiacevoli riguardo il territorio, o incriminare enti o soggetti che dell'ambiente se ne fregano (spero incosapevolmente), ma anche quello (e questa è una speranza), di raccontare e riportare avvenimenti positivi, eventi gradevoli, per quanto riguarda l'ambiente e la natura dell'intera Regione calabrese. Con l'intento, ci auguriamo, di far capire che l'ambiente è importante per la nostra vita, ed principalmente fonte della vita stessa. Non credo piaccia a nessuno vivere e abitare in luoghi e zone dove i cassonetti della spazzatura sono colmi e trabbocano di rifiuti, o di possedere un mare (bene pubblico che la natura ci regala) e vederlo sporco e le spiagge colme anch'esse di rifiuti, o per esempio, uscire di casa in macchina e doversi confrontare in una gara ad ostacoli per evitare le innumervoli buche, o affrontare percorsi stardali ed autostradali oberati e impercorribili, o soprattutto doverci sorbire gli atti immondi di chi crede di poter usare l'ambiente e la raccolta rifiuti alle spalle dei cittadini, per poter fare i propri interessi e inconsciamente reca un danno gravissimo a chi popola le zone reggine, o ai propri figli e nipoti che un giorno saranno parte integrante delle nostre terre. Come detto prima ci aguriamo che ciò possa servire a far comprendere e possa essere utile al fine di sensibillizare chi dell'ambiente non ne fà un giusto uso, con la speranza che le cose, le situzioni e gli eventi (sempre più spiacevoli) possano cambiare, capovolgendo il sistema che vede sempre più arricchire le tasche dei privati e impoverire l'ambiente che dovrebbbe essere la prima fonte di ricchezza per il nostro territorio. Non credo, come in tanti non credono, che la nostra Regione dal punto di vista ambientale e di bellezze naturali ne possieda di meno di qualche altra Regione italiana, basterebbe soltanto un pò di buon senso e amore per la terra in cui si vive. Soltanto così si potrebbe dare una risposta a chi continua a dichiare che in Calabria non c'è turismo, il turismo, per esempio, lo si può portare e lo si potrebbe avere anche e soprattuto, a mio giudizio, salvaguardando l'ambiente e il terriorio come bene comune della nostra cara e amata Calabria.

Con la speranza di un ambiente sempre migliore.

Il redattore Walter De Fiores