Stampa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

consiglioregionaleCalabria - Il consiglio regionale della Calabria ha approvato la legge sulla “Valorizzazione della Dieta mediterranea”. Il testo finale riunisce due distinte proposte firmate da Orlandino Greco (Oliverio presidente) ed Ennio Morrone (Forza Italia). “Elementi fondamentali della Dieta mediterranea di riferimento di Nicotera – si legge nella relazione illustrativa – sono gli alimenti oltre lo stile di vita”.

La nuova norma si propone di valorizzare uno stile di vita “universalmente considerato come il regime ottimale per favorire lo stato di salute e, conseguentemente, la durata e la qualità della vita, insieme unico al mondo di pratiche alimentari, sociali e culturali”. Con questa legge, ha spiegato il presidente della commissione Sanità Michele Mirabello (Pd), “premiamo lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per arrivare a un marchio regionale che valorizzi la Dieta Mediterranea.

L’obiettivo è rendere questo stile di vita e le sue caratteristiche fattori trainanti per le nuove politiche turistiche”. “Oggi – ha detto Greco – scriviamo una pagina storica, grazie alla quale saranno valorizzate competenze e conoscenze e verranno poste le basi per un progetto di sviluppo incentrato sulle risorse umane”. “La legge coglie aspetto fondamentale relativo all’alimentazione”, ha commentato Mario Magno (Misto). Il provvedimento, ha aggiunto Giuseppe Giudiceandrea (Dp), “non solo è utile ma necessario, perché si dà alla nostra regione la titolarità di una Dieta nata in Calabria.

E la Calabria avrà l’onore e l’onere di esserne rappresentante mondiale”. Secondo Fausto Orsomarso (Misto), la legge “può rappresentare una nuova immagine per la Calabria”. La risoluzione sulla Dieta, a parere di Domenico Bevacqua (Pd), testimonia “quanto è importante il ruolo di questo consiglio regionale e la sua capacità di fare sintesi”. Dello stesso avviso Alessandro Nicolò (Fi): “Oggi si può aprire una nuova stagione rispetto a un lavoro che può caratterizzare positivamente il lavoro della massima assise calabrese”. Wanda Ferro (Misto) lancia la proposta di un “tavolo tecnico” in cui coinvolgere anche Fondazione Terina affinché dia quei contenuti che rappresentano la sua ragione sociale. Voto di astensione per il neo componente del Misto ed ex esponente della maggioranza Vincenzo Pasqua, che ha definito la legge “carente e generica in alcuni punti”.

L’Aula ha respinto diversi suoi emendamenti che prevedevano modifiche nella composizione dell’Odmir, l’osservatorio della Dieta. “Provvedimento rilevante per tutta la regione”, ha osservato il presidente della Regione, Mario Oliverio. “In questa sintesi – ha concluso -, c’è stato lo sforzo di ascoltare punti di vista diversi a favore di uno strumento fondamentale per la crescita della Calabria. Dobbiamo avere la consapevolezza che la Dieta deve diventare un fattore di grande attrattività”. Oliverio ha anche lanciato la proposta di un Festival del Benessere da svolgere a Nicotera. (IlVelino)