CalabriaInforma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

downloadL'Asd Bovalinese ad un passo dal terzo e definitivo "miracolo" ! I primi due gli amaranto li avevano realizzati andando a vincere fuori casa contro le più quotate933172 Bagnarese ed Africo, mentre ieri, dopo una prova maiuscola ed elettrizzante, sono andati vicinissimi a toccare il cielo con un dito e soltanto la prova superlativa di Vito Zangaro dell'Olympic Rossanese ha fatto si che ciò non si realizzasse. Sulla partita, pesa inoltre come un macigno, anche la mancata concessione di un calcio di rigore a favore della Bovalinese a pochissimi minuti dal termine dei tempi regolamentari, per un fallo di mano in area della Rossanese; rigore che a tutti in campo (tranne l'arbitro !) è parso evidentissimo.

Quindi è l'Olympic Rossanese che nei tempi supplementari, grazie a due poderose sgroppate sulla fascia sinistra di Vito Zangaro (e meno male che non doveva giocare per infortunio !), riesce a realizzare i gol decisivi che consentono ai rossoazzurri di brindare e far festa a Isola Capo Rizzuto. E' stata in ogni caso una bellissima finale di Promozione, disputata tra due squadre il cui divario in campo non si è visto per nulla. L'Olympic è partita con i favori dei pronostici grazie alla bontà ed al valore della sua rosa di giocatori (molti di loro hanno militato per diverso tempo nelle serie superiori), mentre la Bovalinese ha messo in campo una forma atletica strepitosa ed un cuore mai domo.

Pertanto sono gli uomini del Presidente Lefosse a festeggiare ed a fare il salto di categoria (Eccellenza) grazie al contemporaneo successo della Palmese che vince la sua gara play out di serie D contro l'Ebolitana (3-0). I meriti della Bovalinese sono stati riconosciuti da tutti gli addetti ai lavori, mister Pacino ha detto di aver studiato bene gli uomini del collega Criaco ed era cosciente della loro forza e tenacia, la differenza l'ha fatta soltanto la maggiore esperienza di determinati uomini (Zangaro, Catalano, Ramunno e Granata su tutti). Al S. Antonio di Isola si è vista, quindi, una Bovalinese mai doma, che ha ancora una volta buttato il cuore oltre l'ostacolo ed ha fatto una gara ricca di contenuti tecnici ed agonistici che hanno appassionato non solo i tanti tifosi che l'hanno seguita da Bovalino, ma anche gli ultras dell'Olympic che hanno anche reso omaggio, con uno striscione, ai Boys 1997 della Bovalinese che sono stati colpiti di recente da provvedimenti Daspo.

La partita è terminata al 90' sul risultato di parità 1-1, al gol di Mirabelli al 10' del p.t. ha risposto Audino con un bel colpo di testa al 24' del s.t., da quel momento in poi la Bovalinese ha preso il sopravvento ed ha condotto una gara d'attacco per cercare di sorprendere i più quotati avversari, ma nei supplementari, come dicevamo prima, due discese sulla fascia di Vito Zangaro hanno trafitto mortalmente la difesa amaranto consegnando il successo agli uomini di mister Pacino (1-3). La cronaca: l'Olympic parte fortissimo, nei primi 15' si riversa di continuo nella metà campo ospite e batte diversi calci d'angolo, al 10' passa con un gol ravvicinato di Mirabelli liberato in area da un colpo di testa di Granata a seguito di un calcio d'angolo battuto da Catalano. La Bovalinese accusa il colpo e sono quindi i rossoazzurri a dare l'impressione di poter raddoppiare da un momento all'altro, ma man mano che passano i minuti gli amaranto si riorganizzano e si fanno vedere in avanti con conclusioni pericolose di Maviglia e Bruzzaniti e le incursioni sulle fasce di Federico e Martino (che colpice pure un palo).

Nella ripresa la musica cambia, i rossanesi sembrano stanchi mentre gli uomini di mister Criaco crescono atleticamente e prendono in mano il pallino del gioco, al 25' è ancora Maviglia che su calcio di punizione impegna seriamente Ramunno che deve volare per deviare in angolo la palla indirizzata in rete, dal calcio d'angolo seguente è Audino a svettare più in alto di tutti e colpire di testa la palla che si insacca alla destra di Ramunno...è 1-1. Al minuto 35' l'episodio clou della giornata, corner per la Bovalinese e fallo di mano in area di Villella che alza leggermente il braccio, l'arbitro è vicino ma giudica involontario il fallo lasciando tutti increduli, nel baillame delle proteste ha la peggio il direttore sportivo Amato che viene espulso dal terreno di gioco.

Nei supplementari, dopo appena 5' la Rossanese sblocca l'incontro inaspettatamente, da un calcio d'angolo a favore della Bovalinese, Grillo svirgola e consegna la palla sulla fascia sinistra a Vito Zangaro che come una saetta s'invola ed appoggia in area a Scalise che la mette dentro da distanza ravvicinata (1-2). Analoga azione si ripete al 12', sempre Zangaro prende palla sulla sinistra e lascia di stucco tutti gli avversari involandosi verso l'incolpevole D'Agostino che viene scavalcato con un tocco sotto, è l'apoteosi per gli uomini di Pacino che devono solo attendere qualche minuto per poter gridare la loro gioia.

Al termine le dichiarazioni dei due allenatori, Mister Pacino ha detto: "Ero certo del valore di questa Bovalinese, una squadra che non molla mai, ma la nostra è stata una vittoria sofferta ma meritata se pensiamo soprattutto che abbiamo giocato sempre fuori. A livello personale è un'altra vittoria che aggiungo alle altre due (Corigliano e Trebisacce) e che dedico alla mia famiglia. Questa è la vittoria del gruppo e l'anno prossimo giocheremo in Eccellenza in uno stadio bellissimo".

Di umore opposto, invece, il vice allenatore della bovalinese Libri (Criaco era in tribuna perché squalificato): "E' stata una partita bella e corretta sotto ogni punto di vista. Noi usciamo a testa alta e siamo molto soddisfatti di quello che siamo riusciti a realizzare, abbiamo dimostrato di essere una squadra fatta di uomini che non mollano mai, loro hanno avuto un Vito Zangaro in più che ha fatto la differenza. Ora incrociamo le dita e speriamo in un ripescaggio che è possibilissimo. Per quanto riguarda il rigore posso dire che dalla panchina è sembrato nettissimo e se l'arbitro avesse fischiato non so come sarebbe finita la partita, quell'episodio ci ha condizionato molto soprattutto sotto il profilo psicologico. Comunque, ripeto, la speranza è l'ultima a morire e noi ancora una speranza ce l'abbiamo e ci crediamo fortemente".

Le formazioni:

Asd Bovlainese: D'Agostino 6,5, Romeo 6, Maviglia 6,5, Audino 7, Manglaviti G. 6,5, Martino 7, Vita 7 (6' pts s.v., 1' sts Clemente s.v.), Manglaviti S. 5,5, Bruzzaniti 6,5, Grillo 6, Federico 6. All. Criaco 6,5

Olympic Rossanese: Ramunno 7, Faraco 6,5 (De Giacomo 15' sts s.v.), Granata 7, Mirabelli 7, Villella 6,5, (Gallo 8' st 6,5), Tramontana 6,5, Catalano 7,5, Curatelo 7 (Morfò 1' sts 6), Scalise 7,5, De Giacomo G. 6,5 (Conte 25' st 6,5), Zangaro 8,5 (Russo 4' sts s.v.): All. Pacino 7

Arbitro: Viapiana di Catanzaro 5,5 (assistenti: Mascali di Paola e Celestino di Reggio).

32366344 205896210138467 2193094620135555072 n