Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

53489103 2258160541100258 5534692825553174528 oE’ stata una bella giornata di sport ed una festa di colori, musica e cori entusiasmanti quella che si è vissuta, ieri pomeriggio, allo stadio Comunale “Corrado Alvaro” di San Luca dov’è andata in scena la partita clou della 25^ giornata del campionato di Promozione calabrese-girone B: San Luca-Filogaso (2-1). L’incontro si è disputato davanti al pubblico delle grandi occasioni ed ha sancito, al termine, la promozione diretta in “Eccellenza” della squadra giallorossa guidata dal Presidente Francesco Giampaolo.

Per gli uomini di mister Panarello è stata una cavalcata senza sosta, una corsa durante il quale si è visto grande calcio, espresso ad ogni latitudine della regione: 69 punti in 25 gare con ben 16 punti di vantaggio sulla seconda (Stilese a 53); 22 partite vinte e solo 3 pareggiate; 95 gol realizzati contro 16 subiti; migliori marcatori con Bruzzaniti, Carella e Romero che insieme hanno timbrato 55 volte il cartellino del gol; questi sono numeri da record (livello nazionale!) che rendono bene l’idea del gup esistente tra il San Luca e le altre squadre del torneo. Ma veniamo al calcio giocato, mister Panarello, ha mandato in campo la formazione che gli dava maggiori garanzie di successo, eccezion fatta per il talentuoso Antonio Pelle (infortunato) e l’esperto Leo Criaco costretto a rimanere in panchina per un risentimento muscolare. Com’era lecito attendersi l’incontro è stato un "monologo" del San Luca che senza neanche strafare ha chiuso la partita già nel corso della prima frazione di gioco, con Bruzzaniti (22’) e Carella (30’). La ripresa è stata solo una passerella per tutti, i minuti sono trascorsi senza particolari sussulti tranne al 42’, quando Tripodi (Filogaso) ha messo in rete la palla del 2-1 finale. Al triplice fischio dell’arbitro Sabato di Catanzaro si è dato il via ai festeggiamenti che sono ovviamente proseguiti -dopo il rettangolo di gioco- anche sugli spalti con i giocatori ed i dirigenti che hanno indossato una maglietta bianca celebrativa ed hanno portato in mezzo ai tifosi (presente anche il Commissario Straordinario Salvatore Gullì) una magnifica coppa che il Presidente Giampaolo ha voluto dedicare e donare ai propri tifosi per l’attaccamento dimostrato nel corso dell’intero campionato; negli spogliatoi la festa è proseguita con la classica doccia generale...d’obbligo per tutti!.

“Per una squadra come la nostra –ha detto il Presidente Giampaolo- che ha iniziato da zero, acquisendo il titolo di proprietà della Pro Pellaro e partita a singhiozzo un anno fa, è un risultato straordinario ed esaltante. Oggi, grazie a questi ragazzi, abbiamo scritto una delle più belle pagine della nostra storia calcistica, un grazie particolare va ai ragazzi arrivati dalla lontana Argentina che si sono dimostrati tutti di grande valore sportivo ed umano al tempo stesso. Il nostro è un gruppo fantastico, umile e forte tecnicamente ma anche unito e coeso sotto l’aspetto caratteriale, sono tutti amici dentro e fuori dal campo e questo è un altro elemento che ha fatto la differenza. Abbiamo giocato sempre con grande umiltà riuscendo, nel contempo, anche a divertirci. Ora pensiamo al futuro, già da domani ci rimboccheremo le maniche perché ci vogliamo migliorare e sappiamo che lo possiamo certamente fare”.

Più calmo e riflessivo mister Panarello, com’è d’altronde nella sua indole: “Quando sono stato contattato, a giugno dell’anno scorso, mi è stato subito prospettato un grande progetto che mi ha immediatamente convinto; devo dire che abbiamo risposto alla grande perché la nostra è stata, in effetti, una stagione fantastica e forse unica. Il primato, l’imbattibilità e la finale di Coppa Italia parlano chiaro. Per questo ci tengo a ringraziare il nostro pubblico ed un altro ringraziamento particolare va ai miei ragazzi, un gruppo eccezionale ed affiatato che mi ha seguito con abnegazione sin dall’inizio, la vittoria del campionato è il giusto riconoscimento ad un duro lavoro fatto di impegno e tanti sacrifici”Sulla stessa lunghezza d’onda gli altri dirigenti, il direttore generale Francesco Pelle ed il team manager Francesco Romeo: “Abbiamo raggiunto un traguardo storico per il nostro paese e la nostra comunità, perché grazie a questo splendido successo si potrà parlare di San Luca in termini positivi. Il nostro risultato sportivo è un risultato che pochi possono vantare ed anche per questo siamo molto felici. Umiltà, correttezza, rispetto delle regole e dell’avversario sono state le direttrici che hanno tracciato il nostro lungo cammino, un percorso costellato da tanti successi che ci rendono orgogliiosi, non solo come sportivi ma soprattutto come uomini”

Le formazioni:

Asd San Luca: Panarello 7 (46’ Callejio 7), Ferraro 7, Grillo 7 46? D’Aquino 7), Romeo 7 (48’ Nirta 7), Pitto 7, V. Aquino 7, Tassone 7, Romero 7, Carella 7 (48’ Favasuli 7), Carboe 7, Bruzzaniti 7 (46’ Mammoliti 7). All. Panarello7,5

Asd Filogaso: Moscato 7,5 (80’ Spano 6), Moumen 6,5 (64’ Chiarella 6), Mari 6,5 (48’ Tripodi 6,5), Rizzo 6, Macrì G. 6, Serrao 6 (72’ Miletta 6), Landing 7, Macrì A. 6,5, Pagano 6, Cannitello 6, Cianco 6 (76’ Liberto 6). All. Cambrea 6,  

53190921 411804232927732 4898216386393800704 n

53496276 1380850238732090 7806845372562669568 n