CalabriaInforma

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

18740147 10213049520736580 1296702064963930830 nAnche questanno, per lottavo anno consecutivo, allIstituto Comprensivo di Mendicino, si è svolto il progetto Sport di Classe promosso e realizzato dal Ministero dellIstruzione, Università e Ricerca e dal Coni. I numeri del  progetto sono in crescita costante , è l' obiettivo principale  è quello  di dare una risposta concreta al mondo della scuola  , per  diffondere l'educazione fisica e sportiva fin dalla scuola primaria.
La manifestazione finale si è svolta il  26 maggio presso il campo sportivo comunale di Mendicino "Giovannino De Luca"  dopo i Giochi di Primavera, svoltisi a marzo (come da indicazioni del progetto).
Gli insegnanti che  si occupano dell' Educazione Motoria non saranno, quindi, più soli nello svolgimento delle loro attività, ma saranno affiancati da queste nuove figure professionali dei Tutor Sportivi, che permetteranno una maggior qualità nellofferta formativa, svolgendo direttamente alcune ore didattiche con i bambini delle classi aderenti e altre dedicate al sostegno della programmazione.
La Dirigente Scolastica Assunta Morrone, esprime il suo pensiero su questo progetto : Al nostro istituto è stata confermato anche questanno, quale Tutor Sportivo, la Prof.ssa Deborah Reda per le 20 classi dei tre plessi di Mendicino Centro Tivolille Rosario, coinvolgendo ben 349 alunni e il corpo dei docenti di Educazione Motoria. Sport di Classe, rappresenta ,un progetto positivo  per i  ragazzi che mai come oggi hanno bisogno di capire l'importanza del rispetto e della condivisione,  attraverso le regole del gioco ,  e in questo lo sport può insegnare molto. Per questo motivo abbiamo aderito al progetto, mettendo in primo piano i giovani, e  stimolante  si è rivelata anche  la collaborazione con questi nuove ed innovative  figure professionali di cui le istituzioini scolastiche debbono tenr conto.  Si auspica che la collaborazione con il CONI possa proseguire anche il prossimo anno, per dare la possibilità di partecipazione e continuità ai tre plessi, coinvolgendo tutte le classi dalla 1ª alla 5ª, così da coprire lintero anno scolastico, per promuovere ladozione delle due ore settimanali di educazione fisica."
Il Delegato Provinciale CONI, Francesca Stancati, aggiunge : Sport di Classe rappresenta anche un percorso importante per invogliare  i bambini ad una riflessione sui valori educativi dello sport; infatti, ogni anno, il Coni Nazionale propone un percorso valoriale diverso che coinvolge trasversalmente tutte le materie: per la.s 2014/2015 fu Sport e integrazione: la vittoria più bella, per la.s 2015/2016 Lo sport e i corretti stili di vita: diventa il tuo atleta preferito mentre per il corrente anno scolastico Il Fair Play in gioco; il progetto prevede, per i Tutor coinvolti, un percorso formativo di nove ore realizzato dalla Scuola dello Sport del Coni Calabria in collaborazione con il Comitato Paralimpico perché alta è lattenzione alla disabilità e allinclusione di bambini con difficoltà motorie e cognitive. ”
Così commenta la sua visione del progetto lAssessore alla Pubblica Istruzione Irma Bucarelli “Gli alunni sono stati impegnati in esibizioni ginnico - sportive e percorsi motori per imparare ad essere più agili e scattanti, e magari campioni, ma senza perdere mai il contatto con ciò che fa dello sport un seme di cultura e libertà: la condivisione, lintegrazione, il rispetto, losservanza di quelle norme non scritte che si chiamano fair play. Lo svolgimento di questa festa permette di creare anche unalleanza educativa tra scuola, famiglia e territorio. . Al suo fianco, a cementare lintesa con le istituzioni, il Sindaco Antonio Palermo ecce cc.
“E' stato un lavoro di affiancamento alla docente durante le ore di educazione fisica. A questo si sono aggiunti momenti di scambio di conoscenze e proposte con le docenti finalizzate al miglior coinvolgimento possibile degli alunni, compresi quelli con esigenze specifiche. Gli esercizi e i giochi proposti sono stati modulati a seconda delletà e delle competenze specifiche delle singole classi. Lo scopo è stato quello di colmare eventuali lacune motorie, sfruttando le fasi sensibili dellapprendimento. Per questo ci si è concentrati molto sugli schemi motori di base, soprattutto per le classi prime, seconde e terze. Si è cercato invece con le classi superiori, quarte e quinte, di orientare il lavoro più verso la formazione di una mentalità motoria, cercando quindi di stimolare i bambini al pensiero motorio, al trovare autonomamente soluzioni pratiche in modo veloce . Le classi hanno risposto bene al progetto, i bambini sono stati molto collaborativi e fantasiosi , hanno portato la loro esperienza sportiva allinterno delle proposte e si sono impegnati in cose nuove per loro. Dal punto di vista motorio tutti i bambini sono migliorati . Alla fine che dire . stanchi ma felici per chiudere lanno scolastico allinsegna del divertimento, con queste parole si è espresso il Tutor Sportivo, Deborah Reda, referente del Progetto Sport di classe, staff tecnico Coni Cosenza.
La manifestazione si è conclusa con la consegna degli attestati a tutti i ragazzi contornata dalla più bella delle medaglie : sorrisi ed abbracci tra tutti i compagni perché questo è lo sport… lo sport è VITA.