Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

maida partitaArdore (RC) - L’ASD Bovalinese ha indossato per un giorno i panni del samurai ed ha fatto Harakiri !. Infatti, la partita contro l’Atletico Maida è stata un susseguirsi di emozioni che alla fine, causa il troppo nervosismo di alcuni tra i più esperti giocatori della squadra di casa (Bruzzaniti e Maviglia) ha premiato gli ospiti che hanno espugnato il Comunale di Ardore con il risultato di 2 a 3. C’è da dire anche che la direzione arbitrale (Signor Tirinato di Catanzaro) non ha facilitato il gioco, anzi lo ha reso ancora più incerto e nervoso a causa di decisioni apparse ai più sbagliate, decisioni che ad onor del vero hanno fortemente  penalizzato gli uomini di Mister Criaco.

La partita era iniziata abbastanza bene per gli amaranto del Presidente Cartisano, infatti, nel corso della prima mezz’ora di gioco Bruzzaniti e soci hanno sfiorato la rete del vantaggio per almeno per 4/5 volte, e solo l’imprecisione nel tiro ha salvato la porta difesa da Michienzi dal capitolare. La cronaca: si inizia, e già al 4’ minuto Bruzzaniti liberatosi sull’out destro dal suo marcatore scaglia un tiro dai 30 metri che lambisce il palo; al 7’ minuto si crea una mischia in area e Marco Romeo, con un forte tiro dal limite, manda la palla di poco sopra la traversa, all’11’ è ancora Bruzzaniti che in una mischia in area si impossessa del pallone e scaglia un violento tiro che và fuori di poco. Al 23’ ancora la Bovalinese in avanti con un bel lancio di M. Romeo per Morabito che di testa fa gridare al goal, ma la palla sorvola di poco la traversa. Nel frattempo si registra qualche scontro rude soprattutto nella fascia centrale del campo. La svolta avviene a pochi minuti dalla fine del primo tempo, per l’esattezza al 42 ‘ minuto, quando dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal Maida, l’arbitro vede una trattenuta di Bruzzaniti (già ammonito) ai danni di Torchia che và giù a terra...è rigore ! e beffa allo stesso tempo perchè Bruzzaniti viene ammonito per la seconda volta e quindi espulso. Sul dischetto si presenta El Aoudi che batte l’incolpevole Mandarano e porta il Maida al riposo in vantaggio di una rete.

La ripresa comincia con il Maida che ha preso coraggio in virtù del vantaggio numerico e con El Aoudi che al 4’ prende la traversa sfiorando il raddoppio. Al 14’ minuto, altra grossa gaffe dell’arbitro che manda negli spogliatoi Maviglia reo di essersi fatto ammonire (banali, al proposito  le sue proteste !) per la seconda volta. Con queste condizioni gli equilibri vengono definitivamente sovvertiti ed ora è il Maida che per quanche minuto spadroneggia a centro campo creando di tanto in tanto qualche pericolo in area bovalinese. Mister Criaco ed i suoi 9 uomini non ci stanno, e sostenuti dal forte tifo dagli spalti raddoppiano gli sforzi per raggiungere almeno il pari. Nel frattempo, al 5’ minuto, entra il peperino Grillo che si fionda di continuo in profondità creando più volte scompiglio nell’area ospite, in una di queste mischie (siamo intorno al 20’ minuto) un cross dalla sinistra fatto da Vita viene raccolto al volo, a centro area, da Sebastiano Romeo che batte il portiere ospite e porta la Bovalinese in pareggio...è il tripudio !, e lo è ancora di più quando al 38’ Grillo sulla destra dell’area ospite raccoglie un cross di Martino ed al volo in diagonale batte Michienzi per il vantaggio della squadra di casa.

Gli ultimi minuti sono al cardiopalma, gli uomini di Mister Criaco sono sfiniti ed il Maida approfitta di questa situazione, prima pareggia al 40’ con un eurogol di Martinez dai trentacinque metri (La Rosa subentrato a Mandarano al 5’ del secondo tempo parte in netto ritardo) ed al 43’, ancora Martinez, approfitta di una madornale indecisione dell’estremo difensore della Bovainese ed insacca per il 3 a 2 finale che consegna la vittoria ai lametini.

Bisogna riconoscere, comunque, che il Maida non ha rubato nulla, anzi sceso in campo con la defezione di ben 5 elementi squalificati nel corso della settimana dal giudice sportivo, ha fatto la sua onesta partita sapendo approfittare di ciò che gli è stato posto su un piatto d’argento. Gli uomini di Mister Criaco, invece, devono fare il mea culpa perché dopo una partenza brillante in cui la superiorità era netta sotto ogni punto di vista, non si può cadere nella trappola delle provocazioni (causate soprattutto dalle dèfaillance arbitrali) e perdere così una partita che, in caso di vittoria, li avrebbe proiettati nelle sfere alte della classifica. Al Maida ed a Mister Barone i complimenti per i tanti giovani messi in campo, giovani che hanno svolto il loro compito con grande precisione e voglia di fare. Stavolta al Maida vanno i complimenti ed i tre punti, alla Bovalinese resta il rimpianto per ciò che poteva essere e non è stato.

Le formazioni:

ASD Bovalinese: Mandarano (6),Manglaviti G. (5),De Leo (6), Romeo S. (7), Maviglia (5,5), Manglaviti S. (6), Martino (7), Morabito (6), Romeo M. (6,5), Vita (7), Bruzzaniti (5,5). I sostituti: La Rosa (5,5), Grillo (7,5), Pizzata (6). All. Mister Criaco (7).

Atletico Maida: Michienzi (7), Leopodo (6), Calabrese (6), Santo (6), Torchia (6), Bilotta (6,5), Musa (7), Costantino (6,5), El Aoudi(6,5), Martinez (7,5), Arcuri (6). I sostituti: Taverna (s.v.), Ludicelli (6). All. Mister Barone (7)

Arbitro: Signor Tirinato di Catanzaro (5).

 logomaidalogobovalinese