Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La certezza dell'individuo solo

Un individuo solo
rinchiuso nel suo stato interiore
è padrone della propria certezza.
Quel suo soggiornare
in compagnia del tempo
davanti alla finestra
lo apre fiducioso alla luce del giorno
perché certo dell’arrivo di quell’ombra,
tanto attesa.

Immobile guarda
con sguardo lontano il sole del mattino
e il rigoglioso giardino
che lo attende
per rinnovare il legame di certa presenza.
Le orme, appena visibili,
che poi la pioggia
manda in esilio,
accompagnano i suoi frammenti di vita.

Un individuo solo
conosce quell’immune certezza;
quella strada percorsa a senso unico
dove il bordo si colora
di cielo delle stagioni
che si susseguono ininterrottamente
e non gli importa
se le foglie cadono in autunno
a baciare la terra;
se la neve imbianca i tetti in inverno
regalando candore al tempo
se il mare luccica in estate
perché innamorato dei raggi del sole.

No! Non importa all’individuo solo, tutto questo.

Non gli importa della sua storia
e né dei suoi ricordi
divenuti acerbi nel tempo,
non importa chi egli è.
Ha con sé la certezza del giorno
e del mattino che nasce all’alba,
dove ad attenderlo è quel suo giardino,
l’unico posto certo
che accoglie le sue orme
come breve memoria del suo passaggio.

(Giovanna Mangano)