Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Preghiera

Guardo e mi perdo
nel cielo sconfinato.
Una preghiera spirata dal vento
giunga a voi, cari defunti,
mentre da lontano
mi guardano i monti,
e dal mare esala il calmo respiro.

Una preghiera che profuma di terra
si sparge per voi, ora, nell’aria,
impregnando il plumbeo cielo;
mentre attratta guardo due timidi uccelli,
che seguono una scia di luce lontana.

Con fervente amore
oltrepasso ogni futile pensiero
perché possa giungere
la mia preghiera, lì, nel viale del creato,
ove splende fulgido
il ricamo di fili di luce
sul tessuto unito di stelle
mentre un coro lontano innalza
melodie nel cielo scoperto.

Elevo a voi questo canto,
perché l’eco torni a destarvi, dentro,
come un sibilo di vento nell’orecchio,
perchè ogni sussurro assopito si svegli,
al di là del tempo che più non c’è,

Questa preghiera giunga sorpresa
ovunque voi siate,
mentre un canto culla,
in quell’oblio del mondo,
il ricordo mai assopito.