Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

CASSANO (BA), 15 MAG - E’ calato finalmente il sipario sulla stagione (travagliata) del Bovalino Calcio a 5 (Serie A2-girone D) che, seppur sconfitto in Puglia in quel di Cassano (Ba) contro l’Atletico (2-1), grazie alla contemporanea sconfitta esterna delle Aquile Molfetta (altra squadra pugliese) a Lazzaro contro la Futura (3-2) consegue la permanenza nella categoria per il secondo anno consecutivo. Un risultato tanto atteso non solo dalla società, ma dall’intero ambiente sportivo bovalinese che in questi due anni di presenza nell’èlite del futsal nazionale ha acquisito una visibilità non indifferente.

La partita di ieri sul parquet del Pala “Angelillo”, per motivi di classifica di entrambe le formazioni aveva una rilevanza notevole; il BC5 (26 punti) ed il Cassano (22) si  sono affrontati con determinazione e concentrazione determinati a conseguire un risultato positivo senza stare tanto con la mano all’orecchio per sentire il risultato proveniente dagli altri campi, ma alla fine così è stato perché è proprio grazie alla sconfitta del Molfetta in terra calabra che il BC5 si salva e l’Atletico Cassano riesce ad andare ai playout (contro i corregionali) in una partita della speranza che può segnare l’intera stagione agonistica.

Per la cronaca l’incontro si è concluso sul risultato di 2-1, di Raid Boutraba ed Alemao Glaeser le reti per i padroni di casa, di Fortuna Arthur l’unica rete per gli amaranto di mister Gianfranco Sansotta. Buona la prova dei reggini che nel corso dell’incontro hanno sfiorato tantissime volte la rete riuscendo a colpire per ben tre volte i pali della porta di Di Benedetto (ottima la sua prova). Tra gli ospiti buona la prova di tutti i calcettisti con una particolare menzione (ormai non è più una novità) per il portiere Diego Roman che oltre a parare l’imparabile riesce ad infondere sicurezza e sbocco di gioco anche al reparto avanzato. A pochi minuti dal termine è giunta la notizia della sconfitta del Molfetta e ciò ha ovviamente scatenato l’euforia nello staff reggino che alla fine ha avuto modo di gioire negli spogliatoi.

Al termine dell’incontro abbiamo sentito il Presidente del BC5, Vincenzo Scordino che ha dichiarato: “In generale è stato un anno difficile in cui molte scelte sbagliate hanno portato a soffrire fino alla fine. Sottolineiamo che la squadra, da oltre due mesi, era stata affidata a Mister Gianfranco Sansotta dopo aver sollevato dall’incarico il Signor Salvatore D’Urso. Importante ed immediato il suo impatto perchè ha determinato un recupero sia fisico che psicologico degli atleti. Siamo soddisfatti di aver mantenuto la categoria che per Bovalino e la Locride deve essere motivo di vanto ed orgoglio. Dopo una settimana di “riflessioni”  si ripartirà con il nuovo progetto in cui saranno ben accetti chiunque voglia dare una mano concreta alla nostra causa anche se il problema reale è e rimane, come ormai noto, il campo da gioco, anche perché sicuramente al 99,99% non ci sarà concessa ulteriore deroga. Infine, un grazie sincero lo rivolgo a tutti i calcettisti che con passione, orgoglio ed attaccamento alla maglia si sono dimostrati dei professionisti veri”

280291106 386828386788786 5628526195288861987 n 1